Chi sono

chi sono

Classe 1969.  Da sempre appassionato di fotografia. La mia prima macchina fotografica “giocattolo” con tanto di rullino Kodak 24 pose “a colori” l’ho ricevuta in occasione del mio settimo compleanno ma ahimè non ci ho mai ricavato una sola foto. E già! In meno di una settimana passai dalla sconfinata felicità alla tremenda delusione. Quello era, infatti, il tempo tecnico di uno sviluppo fotografico. Si perché, un tempo, c’erano i rullini e, quando finivano, occorreva svilupparli e poi stamparli per sapere com’era andata. Ricordo che mio padre mi accompagnò allo studio fotografico di Bruno Sebastiani, a quel tempo un’istituzione a Giulianova. Non stavo nella pelle. L’ansia di vedere quelle foto era tanta ma durò poco. Subito scoprii che la pellicola non era stata impressionata perchè, mi dissero, l’otturatore era difettoso. Non si apriva!  Devo avergli fatto una gran pena al povero Bruno! Non mi fece pagare nulla. Con quell’esordio deludente capii subito che nella vita per mangiare avrei dovuto fare altro. Magari l’ingegnere. E così fu! Ma la passione per la fotografia, quella, mi è rimasta appiccicata addosso. 

Da lì in poi ne è passata tanta d’acqua sotto i ponti così come tanti sono stati i marchi fotografici passati tra le mie mani. Kodak, Bencini, Rollei, Zenit, Hp, Panasonic, Lumix,  Minolta Pentax, Sony, Canon, fino a giungere, finalmente, alla Nikon che non ho mai più abbandonata!

Da quel lontano 5 luglio del 1976 ho fotografato e continuo a fotografare di tutto per il solo, semplice, piacere di farlo e se proprio devo esprimere una preferenza di genere, la Fotografia di Scena è quella che preferisco!